Panca a Inversione - Dianese Claudio - Naturopata - Spino d'Adda (CR)

Vai ai contenuti

Menu principale:

Consigli della settimana > archivio 2014

ARCHIVIO

PANCA A INVERSIONE
Cos'é, come si usa e benefici


La forza più potente che il nostro corpo affronta durante tutta la vita è la constante attrazione gravitazionale. La tecnica dell’inversione è un metodo naturale per alleviare il dolore della schiena, migliorare la postura e la circolazione, aumentare la statura, ridurre la tensione e lo stress del corpo contrastando gli effetti negativi che la gravità produce giorno dopo giorno. Contrariamente a quello che può sembrare, questa tecnica era già utilizzata nell’antica Grecia, quando il collega Naturopata Ippocrate (460-337 a.C.), padre della medicina, sviluppò la scala di trazione che consisteva in legare a testa in giù il paziente per curare i problemi della colonna vertebrale. Medici indù, arabi e cinesi elaborarono anche meccanismi basici di trazione che si continuano a usare nei nostri giorni per la sua provata efficacia.

L'Inversione mantiene in salute i dischi intervertebrali.


La funzione del disco è di tre tipi: separare le vertebre, provvedere flessibilità alla spina e assorbire gli urti. Il distanziamento dei dischi è importante affinché la comunicazione tra i centri nervosi del cervello e il corpo avvenga perfettamente. La parte interna dei dischi è fatta di materiale che provvede flessibilità e a fare da cuscino alla schiena. La forza di gravità schiacciandoci le vertebre ci fa perdere almeno 1 -1,5 cm di statura.  Ecco perché quando dormiamo, la spina si distende e siamo più alti. Tra le migliorie, la panca a inversione, stirando la schiena, quindi allungandola, aumenta anche la statura.

Benefici della panca a inversione


La panca a inversione permette al tuo corpo di ruotare senza pericoli con l’angolo che si preferisca, la cosa più importante è sentirsi comodi per cui il processo d’inversione deve essere fatto lentamente. Il corpo umano ha diversi canali attraverso i quali scorre l’energia dalla testa ai piedi e viceversa. La panca a inversione, inverte la polarità del corpo, facilitando così l’irrigazione dei tessuti e facendo che l’energia arrivi a tutti gli organi del corpo.

Si produce uno stiramento della colonna offrendo altri benefici:

  • Riduzione del dolore della schiena e miglioramento della postura grazie alla decompressione delle vertebre.

  • Allevia lo stress.

  • Stimola la circolazione e conseguentemente allevia le vene varicose.

  • Recupera l’altezza persa nel corso degli anni, aumentando quindi la statura.

  • Incrementa l’ossigeno al cervello che attiva l’irrigazione sanguigna provocando il ringiovanimento e rivitalizzazione delle cellule.

  • Combatte la cellulite.

  • Attiva la circolazione sanguigna alla testa, che previene la caduta dei Capelli.

  • Specialmente indicata per persone con: problemi di circolazione e varici, stress, digestione pesante, dolori alla testa (emicranie), problema d’insonnia, problemi vertebrali o muscolari.

  • Chi soffre di lombalgia da compressione (ernia del disco) prova una sensazione di sollievo in seguito alla distensione della muscolatura della schiena durante il capovolgimento.


La panca a inversione può essere utilizzata da tutti, grazie alla regolazione dell’altezza si adatterà a ogni persona. In studio puoi utilizzare la panca a inversione, per migliorare la qualità della tua vita.

Non consiglio l’uso a persone con osteoporosi grave, distacco della retina o altre malattie oculari gravi, fratture recenti alla colonna, ginocchia o caviglie, ipertensione arteriosa, obesità grave, epilessia, e aneurisma celebrale, in qualunque caso di chirurgia interna recente (2-3 mesi), artrite reumatica in fase acuta, gravidanza, tumore cerebrale.


Come facevano i nostri nonni
ad allungare e stirare la schiena?
Nonna Ada consiglia:
nuoto a secco.
Se non ti è possibile andare in piscina, prova il nuoto “a secco”.
Sdraiati sulla schiena su un tappetino o asciugamano.
Solleva il braccio sinistro e la gamba destra,
facendo i movimenti di nuoto per 2 secondi.
Riposa per la stessa durata di tempo
e ripeti lo stesso movimento con il braccio destro e gamba sinistra.
Esegui questo esercizio per un massimo di 10 minuti al giorno.


N. B. Questi consigli, sono solo a titolo informativo, in generale. Evita il fai da te. Per la soluzione del tuo problema personale, fissa un appuntamento, in studio da me e troveremo la soluzione mirata e personalizzata per il tuo benessere.
GLI EVENTUALI INTEGRATORI DA ME CONSIGLIATI, LI PUOI ACQUISTARE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE IN FARMACIA.
Claudio Dianese  Naturopata,  Professionista disciplinato ai sensi della legge n. 4/2013. Tel. 338 6599580 (reperibile al telefono dalle ore 08:00 alle 20:00)

www.egiabenessere.it    e-mail info@egiabenessere.it


17 Gennaio 2014

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu