Fibromialgia - Dianese Claudio - Naturopata - Spino d'Adda (CR)

Vai ai contenuti

Menu principale:

Consigli della settimana > archivio 2013

ARCHIVIO

FIBROMIALGIA.
COS’E’, SINTOMI E RIMEDI NATUROPATICI.




La fibromialgia, è una sindrome caratterizzata da dolore muscolare cronico diffuso associato a rigidità. E’ una forma di reumatismo extra-articolare o dei tessuti molli.
Era già stata descritta nella prima metà del 1800. Agli inizi del 1900 venne considerata una malattia infiammatoria dei muscoli (fibrosite). Alla fine degli anni '40 venne esclusa la presenza di infiammazione per cui la fibromialgia venne considerata una malattia su base psicologica. Il moderno concetto di fibromialgia è di Tender Points risale al 1978.
Nel 1990 sono stati messi a punto i criteri diagnostici di fibromialgia ed è stata accettata a livello internazionale con la cosidetta " Dichiarazione di Copenaghen". Si tratta quindi di una malattia conosciuta da molto tempo, ma che solo recentemente è stata meglio definita. Solo negli ultimi 10-15 anni si è potuto approfondire la conoscenza di questa malattia che in Italia colpisce circa 1.5-2 milioni di persone, sopratutto di sesso femminile.
La fibromialgia, o sindrome fibromialgica o sindrome di Atlante, è caratterizzata da dolore muscolare cronico diffuso associato a rigidità. La sua diagnosi e caratteristiche cliniche sono controverse. Le possibili cure sono oggetto di continui studi; la malattia sarebbe compatibile con l'attività lavorativa svolta dal soggetto debilitato. Gli indici di infiammazione risultano nella norma. Prevalentemente interessati dal dolore sono: la colonna vertebrale, le spalle, il cingolo pelvico, braccia, polsi, cosce. Al dolore cronico, che si presenta a intervalli, si associano spesso disturbi dell'umore e in particolare del sonno, nonché astenia, ovvero affaticamento cronico. Inoltre la non-risposta ai comuni antidolorifici, nonché il carattere "migrante" dei dolori, sono peculiari della fibromialgia. Va segnalato inoltre, come la gran parte dei sintomi è comune ad altre due sindromi: la CFS (Chronic Fatigue Syndrome, cioè sindrome da fatica cronica), e la MCS (o Sindrome da multi-sensibilità chimica).Non è una malattia mentale.

La Naturopatia può aiutare chi soffre di fibromialgia?
Certo che si, infatti la Naturopatia con le sue svariate tecniche, tipo, massaggi, stretching, ginnastica posturale, pensiero positivo, alimentazione corretta e tanti altri rimedi dolci, aiuta moltissimo a ridurre i fastidi e rigidità a chi soffre di fibromialgia.

E’ inoltre bene ricordare che una persona affetta da fibromialgia deve mantenersi il più possibile in movimento, poiché la sedentarietà peggiora ulteriormente la rigidità muscolare.
Non deve eseguire sport troppo faticosi, ma qualcosa di meno impegnativo come il nuoto.
Un altro rimedio molto efficace è l’esercizio aerobico (corsa a fondo lento, bicicletta, ecc. ecc.). Da svolgere ovviamente in modo lieve, ma regolare.
In studio da me, possiamo sviluppare insieme, in base alla tua necessità, un programma di benessere personalizzato. Evita il fai da te per non peggiorare la situazione.
Venendo invece all’alimentazione, per diminuire i disturbi della fibromialgia è molto bene stare in guardia rispetto ad alcuni alimenti.
Riduci il più possibile lo zucchero, le merendine e tutti i dolci.
Evita la carne rossa, dai precedenza a verdure e frutta fresca di stagione. Ottimo il pesce, il pollo, il coniglio.
È preferibile cibo biologico, senza conservanti o altre sostanze.
Vanno bene i cereali integrali ben cotti. Ma per chi soffre di fibromialgia è meglio evitare i pomodori, le melanzane e i peperoni.
Per quanto riguarda quest’ultimi alimenti, se la persona è intollerante si possono scatenare reazioni allergiche a livello muscolare, peggiorando ulteriormente la situazione, quindi, anche in questo caso, è bene venire in studio da me per fare una valutazione degli alimenti col vega-test e scoprire eventuali intolleranze alimentari.
Evita il sale, che peggiora gli edemi e la ritenzione di liquidi, molto presenti in questa patologia.
Bisogna infine bere molto, ma non bevande zuccherine. Va bene l’acqua e gli infusi di tisane. Limita il consumo di caffè, di tè e ovviamente di super alcoolici.


Come facevano i nostri nonni a curare la fibromialgia?
Nonna Ada consiglia:
tisana di verbena limoncina, ovvero ”Aloysia triphylla“,
è una soluzione per rilassare i muscoli e fare sogni d’oro.
E’ piu’ potente della camomilla.
Dopo 15/20 minuti i muscoli si rilassano completamente.


N. B. Questi consigli, sono solo a titolo informativo, in generale. Evita il fai da te. Per la soluzione del tuo problema personale, fissa un appuntamento, in studio da me e troveremo la soluzione mirata e personalizzata per il tuo benessere. EVENTUALI INTEGRATORI O ALTRO, DA ME CONSIGLIATI, LI ACQUISTI SOLO ED ESCLUSIVAMENTE IN FARMACIA. Claudio Dianese – Naturopata tel. 338 6599580

20 Luglio 2013

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu