Caldo e Afa abbassano la pressione? - Dianese Claudio - Naturopata - Spino d'Adda (CR)

Vai ai contenuti

Menu principale:

Consigli della settimana > archivio 2013

ARCHIVIO

CALDO E AFA ABBASSANO LA PRESSIONE?
Ecco validi aiuti dalla Naturopatia.


Le elevate temperature dei mesi estivi mettono a dura prova gli italiani, che oltre questo, devono fare i conti con l’elevato tasso di umidità che rende il caldo insopportabile.
Il weekend si prepara ad accogliere una nuova ondata di caldo africano.
'Caronte', il più temibile degli anticicloni africani, sta per provocare una tra le più imponenti ondate di caldo degli ultimi 10 anni. Una lingua infuocata dall'entroterra algerino punterà verso la Sardegna e poi verso il Lazio e Roma. Caronte è un anticiclone a matrice subtropicale saharaiana, eccezionalmente forte per intensità. Pertanto i centri urbani lontani dal mare subiranno il maggiore surriscaldamento. A pagare le spese di questo caldo afoso, sono soprattutto gli anziani, bambini, donne in gravidanza e i malati, tra cui i cardiopatici, poiché più le temperature sono alte e più la pressione sanguigna tende ad abbassarsi. Quindi, se caldo ed afa facilitano pericolosamente l’insorgenza dell’ ipotensione, provocando una serie di sintomi e disturbi difficili da sopportare, è opportuno correre ai ripari, mettendo in pratica rimedi naturopatici per la pressione bassa. L’ ipotensione arteriosa è un fenomeno che si manifesta quando la pressione sanguigna scende a livelli più bassi del normale ed è accompagnato da debolezza, malessere, sudorazione abbondante, spossatezza e giramenti di testa.

Rimedi naturopatici per la pressione bassa in estate

Tra i rimedi naturopatici per la pressione bassa causata dal caldo, compra la liquirizia, che è opportuno tenere sempre a portata di mano, soprattutto da parte delle persone predisposte all’ipotensione.
Ancora, validi alleati contro la pressione bassa sono il ginseng, il rosmarino e la salvia, in particolare quest’ultima, perfetta anche per arginare il problema della sudorazione eccessiva, infatti, una tazza di infuso di una di queste erbe rappresenta un ottimo rimedio naturopatico per iniziare o finire un’afosa giornata estiva. Risulta perfetta per prevenire la pressione bassa, contrastando malessere e stanchezza, anche la tormentilla, una pianta erbacea che ha proprietà lenitive. Rientrano nella categoria dei rimedi naturopatici per la pressione bassa anche alcuni semplici ma utili accorgimenti, come bere molti liquidi durante la giornata, almeno due litri di acqua ogni giorno, evitare di praticare sport o attività fisiche impegnative nelle ore più calde della giornata ed optare per alimenti leggeri e facilmente digeribili, preferendo frutta e verdura di stagione a fritture e pietanze eccessivamente condite.


Come facevano i nostri nonni a combattere la pressione bassa?
Nonna Ada consiglia: un bicchiere di acqua con mezzo cucchiaino da caffè di sale fino,
(non acqua e zucchero, come tanti credono),
miscela finchè il sale non è completamente sciolto e bevi,
aumenta la pressione in pochi secondi,
utile anche per chi ha la sensazione di svenire.


N. B. Questi consigli, sono solo a titolo informativo, in generale. Evita il fai da te. Per la soluzione del tuo problema personale, fissa un appuntamento, in studio da me e troveremo la soluzione mirata e personalizzata per il tuo benessere. EVENTUALI INTEGRATORI O ALTRO, DA ME CONSIGLIATI, LI ACQUISTI SOLO ED ESCLUSIVAMENTE IN FARMACIA. Claudio Dianese – Naturopata tel. 338 6599580

27 Luglio 2013

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu